Annullamento e Reso

Diritti di recesso e rimborso del Consumatore

Il Consumatore, come previsto dall’art. 52 comma 2 del Codice del Consumo, ha il diritto di recedere dal contratto di vendita on-line stipulato, senza alcuna penalità e senza specificarne il motivo entro il termine di 14 (quattordici) giorni. Il periodo di recesso scade dopo 14 giorni dal giorno:

a. nel caso di un contratto di vendita di un solo bene (acquisto di un solo bene ) “dal giorno in cui Consumatore o un terzo, diverso dal vettore e designato dal Consumatore, acquisisce il possesso fisico dei beni”;

b. nel caso di un contratto relativo a beni multipli ordinati dal Consumatore in un solo ordine (acquisto di più beni con il medesimo ordine) e consegnati separatamente: dal giorno in cui il Consumatore o un terzo, diverso dal vettore e designato dal Consumatore stesso acquisisce il possesso fisico dell’ultimo bene;

c. nel caso di un contratto relativo alla consegna di un bene consistente di lotti o pezzi multipli: dal giorno in cui il Consumatore o un terzo, diverso dal vettore e designato dal Consumatore stesso, acquisisce il possesso fisico dell’ultimo lotto o pezzo;

Per esercitare il diritto di recesso, il Consumatore è tenuto a informare il Venditore della sua decisione di recedere dal presente contratto di vendita on-line tramite una dichiarazione esplicita (ad esempio lettera inviata per posta, fax o posta elettronica).

A tal fine il Consumatore può:

a. Presentare una qualsiasi altra dichiarazione esplicita che manifesti la sua decisione di recedere dal contratto di vendita on-line ad esempio tramite fax, tramite posta elettronica tramite raccomandata o lettera inviata per posta;

Per esercitare correttamente il diritto di recesso il Consumatore deve manifestare la sua volontà di voler recedere, nei termini sopra indicati, inviando al Venditore entro il termine di scadenza la predetta dichiarazione: il diritto di recesso si intende correttamente esercitato se la comunicazione relativa all’esercizio del diritto di recesso è inviata al Venditore prima della scadenza del periodo di recesso. Si rammenta che l’onere della prova relativa all’esercizio del diritto di recesso incombe sul Consumatore.

Il Cliente, qualora vi sia stata la consegna della merce, riconosce che la sostanziale integrità del bene da restituire è condizione essenziale per l’esercizio del diritto di recesso stante le caratteristiche del Prodotto.

Il Prodotto deve essere restituito integro, completo in ogni sua parte, corredato da tutti gli accessori presenti, ancora collegati al Prodotto e non manomessi, nonché privo di segni di usura o sporcizia.

Il Prodotto deve essere restituito nel medesimo stato di conservazione in cui è stato consegnato al Cliente e deve essere stato custodito con l’uso della diligenza richiesta dalle caratteristiche del Prodotto ovvero, in via esemplificativa: conservazione in ambienti con buona percentuale di umidità, scarsa illuminazione e temperatura compresa fra i 10 (dieci) e 15 (quindici) gradi, e comunque non superiore a 20 (venti) gradi. La negligenza e/o l’imperizia nella conservazione di ciascun Prodotto possono danneggiarlo e comprometterne le qualità. La Milano da Bere non risponde di alcun danneggiamento ai Prodotti venduti derivanti da erronea e/o scorretta conservazione dei medesimi, con espressa decadenza di qualsiasi garanzia in merito ad essi.

Non è possibile cambiare la singola bottiglia di vino o il Prodotto scelto con un altro, senza costi aggiuntivi. Il servizio di assistenza clienti è disponibile per risolvere particolari esigenze relative all’ordine mediante contatto diretto con La Milano da Bere.

Una volta verificata l’integrità dei prodotti restituiti, La Milano da Bere provvederà a rimborsare al Cliente Consumatore l’intero importo pagato per i Prodotti di cui al Contratto d’acquisto oggetto di recesso, entro e non oltre 14 (quattordici) giorni dalla verifica dell’integrità della merce restituita.

Per agevolare il Consumatore si riportano qui gli estremi di contatto del Venditore: MEDIATRADE S.n.c. di Della Vedova Paolo & C. (di seguito, denominato “Venditore” ), con sede legale in Corte dei Calderai 1, Novara NO 28100, iscritta al registro delle Imprese di Novara P.IVA IT02607770126. Email: info@lamilanodabere.it

Effetti del Recesso del Consumatore

Al Consumatore che recede dal presente contratto di vendita on-line, saranno rimborsati tutti i pagamenti che ha effettuato a favore del Venditore, compresi i costi di consegna (ad eccezione dei costi supplementari derivanti dall’eventuale scelta di un tipo di consegna diverso dal tipo meno costoso di consegna standard offerto), senza indebito ritardo ed entro il termine di 14 giorni a decorrere ai sensi e per gli effetti dell’art. 11.

Detti rimborsi saranno effettuati utilizzando lo stesso mezzo di pagamento usato per la transazione iniziale, salvo che il Consumatore non abbia espressamente convenuto altrimenti; in ogni caso, non dovrà sostenere alcun costo quale conseguenza di tale rimborso.

Se il Consumatore ha ricevuto i beni oggetto del contratto di vendita on-line è tenuto a rispedire i beni o di consegnarli a l’indirizzo fornito dopo la segnalazione per il reso alla email: info@lamilanodabere.it senza indebiti ritardi e in ogni caso entro 14 giorni dal giorno in cui il Consumatore ha comunicato il suo recesso dal presente contratto di vendita on-line. Il termine è rispettato se i beni vengono rispediti prima della scadenza del periodo di 14 giorni.

I costi diretti della restituzione dei beni saranno a carico del Consumatore. Il costo effettivo della restituzione sarà comunque legato alle modalità di restituzione prescelte dal consumatore stesso (ad esempio il vettore o la tipologia di spedizione scelta).

Con la ricezione della comunicazione con la quale il Consumatore comunica l’esercizio del diritto di recesso, le parti (Venditore e Consumatore) sono sciolte dai reciproci obblighi contrattuali, fatto salvo quanto previsto gli obblighi del Consumatore e del Venditore precedentemente citati.

Nel caso in cui il recesso non sia stato esercitato conformemente a quanto previsto dalla normativa applicabile ovvero se, a seguito di verifica, i prodotti risultino danneggiati in qualsiasi modo dal Cliente, esso non comporterà la risoluzione del contratto e, conseguentemente, non darà diritto ad alcun rimborso. La Milano da Bere ne darà comunicazione all’utente, respingendo la richiesta di recesso. Il Prodotto, qualora già pervenuto a La Milano da Bere, rimarrà presso La Milano da Bere a disposizione dell’utente per il ritiro che dovrà avvenire a spese e sotto la responsabilità dell’utente medesimo. Decorso il termine di 15 giorni dalla comunicazione di La Milano da Bere di invalidità del recesso, La Milano da Bere avrà il diritto di restituire al Cliente Consumatore mittente i prodotti indebitamente resi, addebitando al medesimo le spese di spedizione.

Nel caso in cui il Prodotto per il quale è stato esercitato il recesso abbia subito una diminuzione di valore risultante da una manipolazione del bene diversa da quella necessaria per identificare chiaramente lo stesso, l’importo di rimborso sarà decurtato di un importo pari a tale diminuzione di valore. Della circostanza e del conseguente diminuito importo di rimborso La Milano da Bere darà comunicazione all’utente, fornendo allo stesso, nel caso in cui il rimborso sia già stato corrisposto, le coordinate bancarie per il pagamento dell’importo dovuto dall’utente a causa della diminuzione di valore del Prodotto.

Esclusioni del diritto di recesso del Consumatore

Il Codice del Consumo prevede esclusioni al diritto di recesso, in particolare Il diritto di recesso per i contratti a distanza e i contratti negoziati fuori dei locali commerciali è escluso relativamente a:

a) i contratti di servizi dopo la completa prestazione del servizio se l’esecuzione è iniziata con l’accordo espresso del consumatore e con l’accettazione della perdita del diritto di recesso a seguito della piena esecuzione del contratto di vendita on-line da parte del Venditore;

b) la fornitura di beni o servizi il cui prezzo è legato a fluttuazioni nel mercato finanziario che il Venditore non è in grado di controllare e che possono verificarsi durante il periodo di recesso;

c) la fornitura di beni confezionati su misura o chiaramente personalizzati;

d) la fornitura di beni che rischiano di deteriorarsi o scadere rapidamente;

e) la fornitura di beni sigillati che non si prestano ad essere restituiti per motivi igienici o connessi alla protezione della salute e sono stati aperti dopo la consegna;

f) la fornitura di beni che, dopo la consegna, risultano, per loro natura, inscindibilmente mescolati con altri beni;

g) la fornitura di bevande alcoliche, il cui prezzo sia stato concordato al momento della conclusione del contratto di vendita on-line di vendita, la cui consegna possa avvenire solo dopo trenta giorni e il cui valore effettivo dipenda da fluttuazioni sul mercato che non possono essere controllate dal Venditore;

h) i contratti in cui il Consumatore ha specificamente richiesto una visita da parte del Venditore ai fini dell’effettuazione di lavori urgenti di riparazione o manutenzione se in occasione di tale visita, il Venditore fornisce servizi oltre a quelli specificamente richiesti dal Consumatore o beni diversi dai pezzi di ricambio necessari per effettuare la manutenzione o le riparazioni, il diritto di recesso si applica a tali servizi o beni supplementari;

i) la fornitura di registrazioni audio o video sigillate o di software informatici sigillati che sono stati aperti dopo la consegna;

l) la fornitura di giornali, periodici e riviste ad eccezione dei contratti di abbonamento per la fornitura di tali pubblicazioni;

m) i contratti conclusi in occasione di un’asta pubblica;

n) la fornitura di alloggi per fini non residenziali, il trasporto di beni, i servizi di noleggio di autovetture, i servizi di catering o i servizi riguardanti le attività del tempo libero qualora il contratto preveda una data o un periodo di esecuzione specifici;

o) la fornitura di contenuto digitale mediante un supporto non materiale se l’esecuzione è iniziata con l’accordo espresso del consumatore e con la sua accettazione del fatto che in tal caso avrebbe perso il diritto di recesso.